Fumetti,  Libri

Le 5 letture preferite del 2019

Poteva mancare un resoconto delle letture migliori affrontate durante l’anno appena passato?

Credo di no, quindi eccoci qua con un piccolo reminder della top 5 di libri e fumetti che più mi sono piaciuti nel 2019.

La quadrilogia de L’amica geniale

Di Elena Ferrante e del suo capolavoro ne ho parlato in un post dedicato (se ve lo siete perso andatelo a recuperare qui:(https://maviscure.it/2019/09/05/mavislegge-lamica-geniale/ ) e non smetterò mai di tesserne le lodi: una storia talmente cruda, viva e tangibile che riesce ad emozionare senza fronzoli e orpelli stilistici, E’ la semplicità che ti permette di rimanere incollato alle pagine di tutti i volumi che compongono la quadrifonia, è la violenza delle vicende che ti fa addentrare in un vortice di ammaliamento e straniamento. 

Tutto si ricongiunge e si amalgama per dare vita ad una storia pazzesca e pittoricamente perfetta.

Blue Flag

Anche di Blue Flag ne ho parlato ampiamente (https://maviscure.it/2019/10/18/mavislegge-blue-flag/ ). E’ una serie manga ancora in corso sia in patria che in Italia (pubblicata da Planet Manga) che mi ha piacevolmente stupita. Una storia apparentemente banale si rivela essere un contenitore denso di sentimenti e colpi di scena, con approfondimenti psicologici dei personaggi, che risultano davvero ben caratterizzati e amalgamati con l’intera vicenda. Consiglio a tutti gli appassionati del genere di dare una chance a questo titolo, non ve ne pentirete.

Il racconto dell’ancella

Altro titolo di cui ho parlato in un altro post ( https://maviscure.it/2019/11/07/mavislegge-il-racconto-dellancella/), Il racconto dell’ancella è quel libro che ci vuole, quella storia che ti serve per aprire gli occhi davanti a vicende fantastiche ambientate in un ondo realistico, ma che nel profondo non sono altro che trasposizione di ciò che potrebbe succedere nella realtà e in alcuni casi già succede. La condizione delle donne descritta da Margaret Atwood alla fine degli anni ’80 si può trasporre in ciò che avviene in molti Paesi del mondo e che potrebbe accadere in futuro se non apriamo gli occhi davanti ai soprusi e alle ingiustizie.

Nevernight

E’ il fantasy di cui avevo bisogno. Diverso, crudo, forse troppo esplicito e violento, ma che ci vuoi fare, ormai sentiamo di doverci affacciare verso qualcosa di nuovo rispetto alle epopee tolkienane e martiane. Nevernight è sporco, sanguinario e profondo. E’ ciò che serve per staccare la spina, per immergerci completamente in una storia ricca di colpi di scena, di sanguinarie battaglie e sotterfugi senza esclusione di colpi. Un momento di respiro, anche se rimaniamo con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

Circe

Ultima lettura del 2019. Direi che ho concluso questo anno di letture in bellezza. Circe è una storia profonda, che riprende le ambientazioni e i personaggi della mitologia greca ricollegandosi al ito della dea Circe, maga dell’isola di Eea. L’approfondimento psicologico della protagonista ci porta ad empatizzare con Circe, con il suo vissuto e con il destino che il fato le riserva. La condizione della donna, non della dea, è il nodo principale del romanzo di Miller, che delinea una donna fragile, ma al contempo potente, che sa ciò che vuole, ma che cede alla forza ammaliante dell’amore. Un romanzo bellissimo, appassionante: da leggere assolutamente.

Di questo uscirà a breve una recensione per un’iniziativa molto carina che sto portando avanti.

Vi piace la mia top 5 di letture del 2019? Avete letto qualcuno di questi titoli?

Fatemelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *