Senza categoria

Sono stata a Milano al concerto degli Skillet!

Sto scrivendo questo nuovo post sotto le coperte dal mio nuovo Macbook. 

Sì, non ho mai avuto un Mac prima d’ora, anche se l’ho desiderato davvero tantissimo. Ed eccomi qui, il giorno dopo essere tornata da Milano, con il mio nuovo bambino tale mani.

Ah si, sono stata a Milano! (scherzo, questo è un post sulla mia esperienza, non una lode alla Apple)

Sono partita lunedì mattina insieme al mio lui alla volta del capoluogo lombardo per staccare la spina e, soprattutto, per assistere al mio primo concerto. Ho approfittato del nuovo tour degli Skillet per volare qualche giorno a Milano dopo anni e anni che non tornavo.

Ed è stata un’esperienza breve, ma molto, molto intensa.

Sono partita con molte aspettative, e devo ammettere che nessuna di queste è stata smentita, anzi. Ho passato tre giorni all’insegna del divertimento, della gioia e della tranquillità.

Milano è una città bellissima, ora ne ho avuto la riconferma. Mi è sempre piaciuta, mi piacerebbe ancora viverci, come dissi anni fa quando ci misi piede la prima volta, sono ancora convinta che mi darebbe molte più possibilità di quelle che ho qui, nonostante io viva a due passi da Roma.

Il suo equilibrio, la sua varietà di posti e luoghi da visitare mi spinge sempre di più verso di sé, e chissà se un giorno io non vi scriva solamente da questo Mac, ma da una bella casetta su al nord.

Ho fatto molti acquisti consapevoli e di cui sono veramente soddisfatta. Ho visitato il centro commerciale di Arese, sono stata per la prima volta al Primark (dove ho sclerato tutto il tempo e che ho svaligiato completamente), ho quindi acquistato il mio nuovo pc e sono stata davvero davvero felice dopo tanto tempo di essere andata a fare shopping.

Ho visitato posti bellissimi dove non ero mai stata prima: il Duomo di Milano, gli interni e i sotterranei, la Pinacoteca di Brera (bellissima e da visitare assolutamente), Santa Maria delle Grazie (anche se non sono riuscita a vedere “L’ultima cena” di Leonardo, perché c’era una lista d’attesa di 2 settimane!).

Ma soprattutto ho assistito al mio primo concerto, ed è stata un’esperienza magnifica e da ripetere assolutamente. Seguo gli Skillet da qualche anno, da quando me li ha fatti conoscere il mio ragazzo, e da quel giorno non li ho più lasciati. Mi ero ripromessa che semmai fossero venuti in Italia per un concerto, ci sarei andata assolutamente. E l’ho fatto, ho mantenuto la mia promessa a me stessa. E sono felicissima di averlo fatto! E’ stata un’esperienza unica nel suo genere, cose che se non fai nella vita non puoi immaginare quanto siano coinvolgenti e belle. Ho sentito l’emozione e l’energia della band, ho provato l’euforia sul mio corpo e ho percepito quella di chi mi stava intorno, ho provato emozioni contrastanti, ma belle allo stesso modo. 

E già dico che voglio andare ad un nuovo concerto (la prossima sarà Elisa, non scappa).

Sono stata felice, mi sono svagata dalla routine quotidiana: mi ha fatto bene andarmene a 400 km da casa!

Anche se ho sentito molta nostalgia della mia casetta, e soprattutto della mia gattina Mia. Ma eccomi qui, davanti al pc a ripercorrere con la mente tutto quello che ho fatto in questi interminabili (per fortuna!) giorni, e sentirmi ancora una volta grata di tutto ciò.

Ieri in stazione pensavo: questo 2019 mi ha regalato molto, sebbene io voglia ammettere il contrario. Mi sono successe davvero tante cose belle, anche se la mia mente mi dice che ho fallito. E invece, se ci penso, ho raggiunto molti traguardi: certo, ho ancora moltissima strada da fare, ma chi lo sa cosa mi riserverà il prossimo anno? Per il momento mi accontento di quello che mi regalato questa esperienza, che chiude in bellezza questo anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *