Cinema

Stasera al cinema: Il re leone

“Non scappare mai dal passato, affrontalo e impara da esso.”

Inauguriamo questa nuova rubrica (che spero sia abbastanza regolare) con il film che ho visto ieri sera: il live action de “Il re leone“.

Lo aspettavo con ansia, mi sono emozionata guardando il trailer ed ascoltando le canzoni cantate da Elisa, la mia cantante preferita, che ha regalato un’interpretazione canora stupenda insieme a Marco Mengoni. Finalmente è uscito nelle sale italiane il 21 agosto, ed io l’ho visto ieri sera.

Il film è diretto da Jon Favreau e prodotto dalla Walt Disney Pictures. Si pone come l’erede in live action dell’omonimo film d’animazione del 1994 diretto da Roger Allers e Rob Minkoff, da cui riprende non solo le scene e le inquadrature pregnanti, ma anche lo spirito e l’atmosfera.

Il nuovo film in live action è, dunque, una trasposizione in computer grafica del cartone animato che ha stregato e lasciato senza fiato migliaia di bambini della mia generazione (e non!). La potenza del fotorealismo amplifica ulteriormente le immagini già cariche di emozioni e pathos, grazie alla minuzia grafica delle ambientazioni, dei corpi degli animali, della fotografia e della composizione delle inquadrature in generale.

Alcune scene hanno un carico emozionale particolare, dato dall’ampiezza e dalla frenesia della fotografia e del montaggio, decisamente compositi e variegati. Sono accorgimenti decisivi per permettere allo spettatore di condividere empaticamente le sensazioni scaturite dalla visione.

Se in linea di massima il live action procede di pari passo con il film d’animazione, bisogna osservare come vi siano dei momenti in cui la carica emozionale sia molto più matura e pesante. Le scene in cui compare il malvagio Scar sono decisamente più oscure rispetto al film del 1994, presentandosi come intermezzo più adulto e a tratti spaventoso che fa da contrappunto a scene deliranti con protagonisti il duo formato da Timon e Pumbaa.

Il film mi è piaciuto molto, da amante del classico Disney sono rimasta molto soddisfatta dalla fedeltà della storia, ampliata grazie a delle scene bonus che nel film d’animazione non erano che accennate, e dal fotorealismo molto curato.

Questa brevissima recensione ha come intento quello di mostrare le sensazioni dopo la visione. Non mi soffermo quindi sull’esporre la trama (che spero conosciate tutti), ma mi limito ad esporre le mie impressioni generali.

Detto ciò vi consiglio caldamente di andare al cinema a vedere questo film e vi aspetto sul prossimo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *